Vincenzo Floridia,
o l'ultima rosa di Noto

 Index

Index

 Indice

Esclusivo Online-Shop

Film

         ...
Messina

Lost Pictures ∞ Lost Memory?

All'ombra dei muri

A due tempi

Vincenzo Floridia,
o l'ultima rosa di Noto

I Bussmanns nel bosco

MOSTRE

La stanza degli affreschi di Bruno Schulz

Photo Gallery Index

Prestazione di SERVIZI

Bio- / Filmografia

Riflessioni sul mio lavoro

Links

Colofone / ©

La trama

Film- Clip

Festivals

Credits

Dati technici

Foto -
Vincenzo Floridia, ...

Stampa

Distribuzione


"Essere! Non apparire, non accettare mezze misure."
Vita sociale – Mafia – Italy – Sicilia – Noto –  Ferrovie –
osservazione a lungo termine

Vincenzo Floridia, o l'ultima rosa di Noto - la trama

Lontano dalle metropoli europee, all' altezza del Nordafrica vive e lavora Vincenzo Floridia, macchinista ferroviere in Sicilia. Dopo aver vissuto per oltre dieci anni nel Nord dell' Italia, nel 1987 è tornato in Sicilia, nella sua terra, a Noto. Partendo da Vincenzo Floridia, dal suo lavoro, i suoi amici, il film mostra un ritratto della societá di oggi in Sicilia. 

Attraverso l' osservazione precisa e approfondita della vita quotidiana, vitalitá e umanitá di Vincenzo Floridia e degli altri personaggi, appare chiara e comprensibile la fatalitá di una situazione di "quiete nella non speranza" che giá Elio Vittorini descrisse alla fine degli Anni Trenta con Conversazione in Sicilia.

 ^ Torna in alto


Vincenzo Floridia, o l'ultima rosa di Noto - Festivals

Osnabrück, Germania, Tage des unabhängigen Films 1996

Göttingen, Germania, Inventur 3 - Filmschau Niedersachsen 1996

Freistadt, Austria, Festival - Der neue Heimatfilm 1996

 ^ Torna in alto


Stampa / Critics - Vincenzo Floridia... - Indice

lexikon des internationalen films

filmdienst

SICILIA LIBERTARIA

 ^ Torna in alto


lexikon des internationalen films - Vincenzo Floridia...

Il ritratto di una generazione di siciliani ancora giovani, che lontano dal loro paese hanno deciso di ritornare, nonostante la mancanza di prospettive. Nella normale osservazione della vita quotidiana in affascinanti paesaggi siciliani, il documentario descrive la vita e i pensieri di persone abituate a riflettere e parla in modo attento e particolareggiato dei valori che rendono vivibile la vita in Sicilia.

Stampa / Critiche - Vincenzo Floridia... - Indice         ^ Torna in alto


filmdienst 6/96 - Vincenzo Floridia... - 31 832

... Chi è giovane e ha dei sogni, deve lasciare la Sicilia e dirigersi verso Nord: o andare al Nord dell'Italia o varcare l'oceano. Questa storia si ripete giá da molto tempo. 

Benjamin Geissler presenta nel suo documentario un giovane siciliano, al quale non è andata diversamente -e questo giá da generazioni: Vincenzo è nato a Melbourne, in Australia, dove i genitori erano emigrati per cercare lavoro. Poco dopo la sua nascita però ritornano in Sicilia, troppo grande è la nostalgia. Vincenzo e molti suoi coetanei abbandonarono poi a loro volta la Sicilia; ora, piú che trentenni, sono ritornati, a Noto, a Ragusa, a Siracusa.

Per quale motivo persone ancora giovani ritornano in una regione, in cui, oggi come allora, non ci sono prospettive di lavoro e di sviluppo? È Vincenzo Floridia, che ha lavorato come macchinista ferroviere inizialmente nel Nord Italia, a dare una risposta: a Noto la gente è piú spontanea e il rapporto di amicizia che lo lega alla famiglia e agli amici molto profondo.

Nel film si incontrano parecchie persone che sono ritornate: uno lavora come pasticciere, uno è fotografo, un altro si scaglia contro l'industria petrolifera che inquina la Sicilia e contemporaneamente è una delle poche possibilitá di lavoro che offre l'isola.

Stampa / Critiche - Vincenzo Floridia... - Indice         ^ Torna in alto

... Sono uomini che riflettono, quelli di cui il film va alla ricerca all' interno del meraviglioso paesaggio siciliano. Il titolare del deposito ammette apertamente, che il materiale a sua disposizione si trova in condizioni disastrose. Spesso succede che una locomotiva si guasti giá il giorno dopo essere stata riparata. Il fotografo descrive la situazione in cui ha scattato una foto per lui molto importante: persone sedute accanto a una chiesa, grigiore, senso di noia e solitudine. E qui una bambina con un abito bianco comincia un passo di danza. Questo per il fotografo è il simbolo di un recupero di vitalitá, il risveglio della gioia di vivere. Anche Vincenzo Floridia è una persona piena di gioia di vivere. Il suo lavoro gli piace: ultimamente guida locomotive diesel tra Noto e Siracusa. Il suo tragitto quotidiano, che Geissler riprende nel suo film, non lascia certo spazio all'oppressione. Sono dei piccoli particolari, quelli per cui, a seconda di Vincenzo, vale la pena di ritornare: una battuta col secondo macchinista, un incontro al cambio di turno, una telefonata alla moglie, i ricordi dei suoi amici dell'infanzia trascorsa insieme in Sicilia e del loro ritrovarsi in giro per l'Italia.

Stampa / Critiche - Vincenzo Floridia... - Indice         ^ Torna in alto

Geissler riesce col suo film a dare l'immagine di un generazione, senza bisogno di commento fuori campo. Quella di siciliani che hanno deciso di ritornare, nonostante la mafia. L'amico di Vincenzo, il pasticciere, è riuscito a dare una sua risposta alla mafia, che secondo lui sta nel decidere di "essere" anziché "apparire".

Stampa / Critiche - Vincenzo Floridia... - Indice         ^ Torna in alto

Geissler rinuncia ai clichees e non permette che nulla trasfiguri il suo ritratto della vita in Sicilia. ...In mezzo all'osservazione tranquilla della vita quotidiana c'è però anche un avvenimento sorprendente, a cui fa riferimento il titolo del film. Il progresso, seppur lentamente, ha raggiunto anche Noto, la cittá natale di Vincenzo: la stazione di Noto, assieme a tutte quelle della linea Siracusa-Ragusa, viene automatizzata. I passaggi a livello verranno chiusi non piú su ordine del capostazione, ma tramite un pulsante dall' "operatore centrale operativo" di Siracusa. Si sa, dice uno dei tecnici che sta effettuando l'automatizzazione, che il progresso comporta anche un regresso sul piano occupazionale. Il film non dice che cosa fará in futuro il capostazione. Però è chiaro che la stazione verrá chiusa. Uno dei colleghi regala a Vincenzo una rosa, forse l'ultima che si potrá raccogliere nella stazione di Noto. L'intenzione di Geissler era quella di parlare dei siciliani e della loro vita andando oltre le prospettive turistiche. Cosa che gli è riuscita.

Manfred Hattendorf

Stampa / Critics - Vincenzo Floridia... - Index         ^ Torna in alto


SICILIA LIBERTARIA No.142 , Apr./96 - Vincenzo Floridia...

....nel film c'è un grande protagonista: il deserto. Quello interrotto dal cigolio delle sbarre manuali di un passaggio a livello sperduto nella campagna; quello della stazione che viene chiusa perché "automatizzata"; quello del barocco di Noto, transennato, cadente (e si vede la cattedrale qualche mese prima del miserabile crollo del marzo 1996); quello del polo industriale piú grande d' Europa, divenuto fabbrica di disoccupati, giardino di ferraglia. Poi ci sono le perle: la festa di San Corrado, ripresa in tutta la sua paganitá, coi volti, i gesti, le grida dei "portatori", un quadro davvero indimenticabile; c' è il grido arabo del venditore ambulante; ci sono le parole, o meglio, i giri di parole, del tecnico delle ferrovie che sta curando l' attivazione del sistema automatico nella stazione, una scena -questa- superba, per l' uso del linguaggio pseudo-tecnologico e la tranquilla esposizione dell' idea di progresso con conseguente calo occupazionale.  ...

La "quiete nella non speranza", ripetuta citazione da Vittorini, vi appare, alternata però alla speranza e alla chiarezza sul che fare, che pure emergono da interviste e immagini. E per una stazione dove non si coltiveranno piú rose, c' è un mondo che ancora palpita e vuole vivere, pur se immerso in mille contraddizioni. 

Pippo Gurrieri

Stampa / Critiche - Vincenzo Floridia... - Indice        ^ Torna in alto


Credits

Vincenzo Floridia, o l'ultima rosa di Noto

un documentario di Benjamin Geissler

con Vincenzo Floridia, Carlo Assenza, Corrado Assenza, Pippo Gurrieri, Giuseppe Leone e

Vincenzo Cimò, Francesco Floridia, Salvatrice Leone, Laura Bufalino, e molti altri.

Idea, regia: Benjamin Geissler

Camera: Giancarlo Pancaldi, Benjamin Geissler

Suono: Andrea Masciocchi, Peter Stockhaus

Assistente all regia: Nadia Malverti

fotografo di scena: Walther Dal Pesco

Montaggio: Benjamin Geissler

Mixage: Michael Bohle

Direttore di produzione: Peter Stockhaus

Redazione: RAITRE Giovanni Tantillo

citazioni da "Conversazione in Sicilia" di Elio Vittorini, 
pubblicato da Giulio Einaudi editore s.p.a.

Ringraziamo la MedienWerkstatt Linden/Hannover e tutti quelli che hanno reso possibile la realizzazione di questo film e in modo particolare
Lelia Panza.

Una Benjamin Geissler Filmproduktion

con il fondo della Bassa Sassonia per la Cinematografia / Germania e RAITRE

© RFT / I 1995 Benjamin Geissler Filmproduktion

^ Torna in alto


Dati technici - Vincenzo Floridia, o l'ultima rosa di Noto

Durata e formato: 69'30" minuti, colore / schermo 1:1.66

Luoghi di riprese: Sicilia, Febbraio - Luglio 1995

Versione originale: italiano, siciliano

Versione inglese: italiano, siciliano con sottotitoli inglesi

Versione tedesca: italiano, siciliano con voice over tedesca

Acquistibile in (PAL) o (NTSC) su DVD e Betacam SP.

^ Torna in alto


Distribuzione
Vincenzo Floridia, o l'ultima rosa di Noto

World Sales e

Benjamin Geissler Filmproduktion

Grandweg 90 B

D-22529 Hamburg

Tel.: +49 - 40 - 551 66 82

Fax: +49 - 40 - 551 66 82

info(at)benjamingeissler.de

^ Torna in alto